giovedì 13 giugno 2013

Sandro Giacobbe

Cresce la verdura.
E che vipere e biscioni.
Liserdù. Verde, nero.
Sembra il parente della tarantola.
E barbei.
E le barbeine.
La sera vanno.
Perchè sono così.
Fanno male.
Iroan Damertnid, metal.
Canzone.
Quella canzone.
Ciao.
                                                                                 Franco B.
+=
(l'autore trae molta ispirazione dalla musica in questo periodo per comporre le sue opere. In particolare non mancano anche in questa poesia riferimenti alle sue muse attuali spaziando da Sandro Giacobbe ai già citati Iron Damnit divenuti nell'occasione Iroan Damertnid).

4 commenti:

Anonimo ha detto...

Che bel cuore! :)
Balen

Andrea Spatti ha detto...

Balen, balen. Desmet de fa ol macaco. Non era un uomo una volta? Pensiero de mescià fò
FRANCO

Anonimo ha detto...

io il macaco? ma sono una persona dolcissima e simpaticissima....ma chi era un uomo?
Balen

SFA Cooperativa Azzurra ha detto...

Ah? Come chi è l'uomo? Mia un uomo l'animal. Adèss. Pota. Ah? Dare il bitù.
FRANCO