giovedì 22 dicembre 2011

AUGURI!

Da domani fino al 9 Gennaio saremo chiusi, però voi continuate a seguirci ed a scrivere! Quando potremo terremo d'occhio da casa il blog. Facciamo pertanto gli auguri a: Le famiglie dei ragazzi, Paolo Erba e tutti quelli del GAS, CDD, CSE e Comunità dell'Azzurra, la maestra Silvia, Ruth, Maurizio, Danio, Luca Martinelli, Federica, Auro&Ludovica, Elsa, Valentina e Cristian, Lodovico, Beatrice, Fabio, Max, Stefania e Omar e tutti quelli che (non volendo) abbiamo dimenticato, quelli che ci vogliono bene e che ci seguono con simpatica. Infine gli auguri li facciamo a noi stessi...I RAGAZZI DELLO SFA!
BUONE FESTE E BUON 2012 


...per festeggiare degnamente vi regaliamo una poesia natalizia del nostro poeta FRANCO B.
dal titolo 'LEI E IO':
Lei e io, con te mio amore del perdono.
La tua. Sei un angelo contro.
Il Natale, il bambino.
Nasce una volta sola, noi dobbia tornare indietro per nascere un'altra volta.
Perchè il bambino nasce? Perchè noi?
Lui, musulmano. Per noi al Natale siam tutti uguali.
Perchè sì faremo i bravi. Buoni come i cani.
Perchè senza neve? Perchè così fanno tutti così. La neve fa come le persone, quando arriva è troppo tardi.Ciao a chi arriva prima e a chi arriva dopo.

lunedì 19 dicembre 2011

USCITA SERALE "PIZZERIA ARNOLD"

Giovedì 15 Dicembre sono andato a mangiare la pizza,la pizzeria si chiamava Arnold che si trovava a Darfo ed era molto buona,si lasciava mangiare.
Nella pizzeria eravamo: Fernando,Giovanni,Marco,Federica,Luca,Beatrice,Daniele,Paolo,insieme ci siamo divertiti un sacco e anche loro gli era piaciuta la pizza.
Io come pizza mi sono preso quella al Tonno e una Aranciata dolce.
C'è una cosa che mi ha fatto ridere che avevamo dovuto aspettare Marco che salisse sul pulmino,perchè stava ancora bevendo un bicchiere non so di cosa,dopo finalmente ce la fatta e ci siamo recati in pizzeria,e mi dispiace anche che abbia aspettato Luca in piedi di fuori con la macchina lasciata accesa per niente che si consumava solo.
Dopo la pizza ci siamo recati a Boario in un locale che si chiamava Duse e tutti ci siamo presi qualcosa di dolce,tranne io che mi ero deciso alla fine di prendermi una cioccolata,il Paolo mi faceva ridere quando camminava con il cono in mano mentre guardava la tv che a momenti gli cascava giù.
Devo dire che il freddo di fuori c'èra e menomale che ero coperto bene.
Alla fine a ritornare a casa ho fatto scoprire una strada nuova a Daniele che sarebbe stata molto più facile di quella di prima che si perdeva e spero che se la ricordi,sarebbe impossibile sbagliarla.
Per prima avevamo portato a casa Marco perchè era il più stanco,tranne Luca che era andato via prima quando eravamo al Duse perchè era stanco e poi doveva alzarsi presto.
Comunque la serata mi è piaciuta molto,anche se abbiamo dovuto aspettare Marco al Maide che beveva ancora e che gli aveva proibito il fratello di bere birra,comunque la pizza era deliziosa.
Fernando Gaioni

INVITO AL CENTRO ANZIANI DI GIANICO

Giovedì 14 dicembre 2011, noi dello SFA insieme a quelli dell'appartamento ec'erano anche quelli di CSE e CDD insieme ai loro educatori. Noi dello SFA eravamo: Federico, Fernando, Giovanni, Alessandro Picinelli, Marco e i 2 educatori che sono: Cinzia e Daniele e il coordinatore Maurizio. Siamo arrivati al centro anziani di Gianico, per le ore 12. Là c'erano anche 2 con la fisarmonica, hanno fatto un'pò di musica per rallegrare la giornata. Abbiamo mangiato risotto ai quattro formaggi, roast beef con le patate, pandoro e gelato con la macedonia. Dopo avere mangiato, siamo partiti per le ore 2 per ritornare allo SFA per la riunione e dopo alcuni sono andati al funerale di Paola (ex SFA). E' stata una bella giornata, e mi sono divertito tanto perchè c'era la compagnia che io già la conoscevo. Mi piacerebbe essere anco ra in vitato, per la prossima volta al centro anziani di Gianico così mi divertirò ancora.
Federico
Ps: CIAO PAOLA

giovedì 15 dicembre 2011

TEATRO - Azzurro: di mare, di cielo e di...

Mercoledì 14 Dicembre io e i ragazzi dell'Azzurra abbiamo partecipato allo spettacolo teatrale diretto da Max.
Di ragazzi eravamo: io,Giovanni,Marco,Augusta,Andrea,Antonella,Davide,Silvia,Francesca,Paolo,Elisa.
Io devo dire che sono stato molto contento di aver partecipato a tutte le attività di teatro svolte all'Azzurra.
Lo spettacolo non è durato molto,ma è stato bello lo stesso.
Poi alla fine c'èra pure il rinfresco e si mangiava torte.
Comunque mi sono divertito molto,e spero che sia così anche la prossima volta.
FERNANDO 

lunedì 12 dicembre 2011

LA MIA ESPERIENZA SULLE BOTE

Nel mese di Novembresiamo stati invitatinel locale del C.D.D. dove c'eraun ragazzodi Gianico di nome Stefano e la Sig.ra Margherita che per 3 sedute ci hanno letto storie (bote),leggende che i nodtri nonni raccontavano ,alcune prese da libri già in commercio alcune invece raccontate da alcuni anziani dei nostri paesi che la Sig.ra Margherita ha raccolto personalmente.Sono stati tre incontri perquel che m i riguarda molto interessanti, sentire come passavano il èpoco tempo libero che havevano  e le le storie o leggende che raccontavano nelle stalle la sera prima di coricarsi  oppure nelle grandi cucine che havwvano. Alcune storie che ho sentito da Stefano le havevo già sentite raccontare dai miei nonni o da anziani del paese  Penso che anche le storie dei nostri nonni siano cose da tramandare alle prossime generazioni  come tradizioni e secondo me anche avanti nei anni saranno apprezzate      
 

MARCO
 Tre Lunedì di fila siamo andati alla  sede della Cooperativa  azzurra per ascoltare  le Bote.  Mi ha colpito di più  la storia di Barbaluf che era un uomo che raccontava tante storie molto brutte e cattive e la storia dell'orso che era inprigionato in un buco molto piccolo,per tirarlo  fuori un uomo è entrato nel buco ma quando è uscito non aveva più la testa perchè se l'era mangiata l'orso. 
 Spero di ascoltare tante altre storie.
                                                                                                                                          Giovanni

Nei due giorni di Lunedì sono andato ad ascoltare le Bote che sarebbero dei racconti,di una volta per passare il tempo vicino ai focolari o nelle stalle e i nostri nonni le raccontano.
A raccontare le Bote erano Margherita e Stefano.
Ci hanno raccontato anche delle storie divertenti ma io non mi sono messo a ridere perchè non mi veniva o forse perchè non ero tanto concentrato,comunque devo dire che è stato interessante ascoltare le storie vecchie.
Fernando Gaioni


 

La mia esperienza con le bòte

5/12/2011,incontro con quelle delle bote in dialetto per 3 Lunedì di seguito che ci hanno invitato qulli del CDD nella loro palestra. Ci siamo trovati, alle 2 eravamo: Giovanni, Marco, Paolo, Alessandro Bianchini e Marzia la nostra educatrice in palestra della Cooperativa Azzurra Stefano.  Per 1 Lunedì c'era anche la nostra criente del GASV di nome Margherita. Hanno letto i proverbi e leggende in dialeto, loro ci hanno tradotto in italiano perchè atrimenti non riusciavavamo a capire il significato delle parole o frasi. Avevano letto dei libri e giornali, e noi le abbiamo ascoltao attentamente. C'erano delle leggende e proverbi molto interessanti, perchè noi non conosciamo molte. Una volta per passare il tempo vicino al fuoco, le raccontavano alla sera delle storie e racconti dei nostri nonni e delle persone di una volta. Abbiamo ascoltato quella del toro, che era stato appeso per il collo per andare a mangiare l'erba sul campanile. Oppure quella della Caterina di un scalì, del barbaluff che nessuno le credeva. Ma alla fine avevano trovato il pelo allora ci hanno creduto perchè pensavano che fosse la sua immaginazione. Mi sono piaciute molto, perchè mi sono divertito molto ad ascoltarle e spero che ci siano ancora questi incontri.
Federico

CRONACA NERA DI IERI

12/12/2011, Violenza sulla minorenne con gli extracomunicari: verità e bugie contro i Rom e smentite contro  queste persone. Sabato 10 dicembre 2011, ho sentito una notizia riguardante ad una ragazza di 16 anni che diceva di essere stata violentata invece non era vero. Ma intanto degli amici della ragazza, che hanno ascoltato avevano dato fuoco ad un campo Rom. Questi abitano tutti a Torino, e adesso sono nei guai grossi per questi reati e anche questa ragazza per avere mentito cioè era una bugia. Ma questa ragazza aveva mentito, perchè non voleva che i genitori venissero a sapere della relazione con un extracomunicario tipo Rom.Io non trovo giusto, dare la colpa a queste persone perchè anche noi non siamo dei santi poteva capitare anche uno di noi. Ce la prendiamo sempre con la povera gente che non hanno colpa e sono delle persone pacifiche.
Federico

lunedì 5 dicembre 2011

LEGGENDE E PROVERBI DI UNA VOLTA

Ci sono anche alcune leggende che ho sentito, mi sono state raccontate queste storie dalla mia pro zia di Schilpario. Quella di un sasso a forma di sedia, dicevano che era la sedia in cui era seduto il diavolo in persona. Oppure quello del buco che dicevano, quello era fatto per punire i minatori era il loro castigo per sempre. Ce n'è una anche su di Esine di leggenda, dicono che sul ponte del Grigna stava passando una processione con una candela accesa e gli hanno dato ad un'altra persona. Si era trasformato in un braccio, e il giorno dopo in questa persona. Incontra di nuovo la processione e gli restituisce il braccio che si trasformò in una candela di nuovo. Il proverbio che ho sentito, dagli altri non c'è 2 senza 3 oppure un'altra indovina  indovinello chi fà l'uovo nel cestello schita in bocca a chi indovina. A Capo di Lago si dice, che quando piove con il sole si stavano pettinando le streghe. Ho sentito dal mio papà ,che mi raccontava questa storia che quando andava all'asilo aveva visto un'ombra che gli sembrava il diavolo e che correra per le scale.
Federico

Mercatini di Natale Gorzone e Boario

Siamo andati a visitare i mercatini di natale di Gorzone che c'era anche la mostra fotografica e tantissime altre cose belle e poi siamo andati ai mercatini di Boario al centro congressi c'erano tantissime cose: belle collanine, braccialini e tante cose belle mi sono divertito tantissimo.Alessandro Bianchini

trasferta a Ponte San Pietro

3 dicembre 2011

siamo andati a ponte isola a vedere la partita tra pontisola-darfo boario che a vinto il darfo per 1 a 0 gol di Roberto Crotti del darfo boario e mi sono divertito tantissimo. Forza Darfo dal suo raccattapalle ufficiale!
Alessandro Bianchini