venerdì 29 marzo 2013

HAPPY EASTER

HOLY   EASTER IS COOMING AND US  GUYS  FROM  SFA/ SET WE WANT TO WHISH YOU
A  HAPPY  EASTER .
WHO WANT TO CELEBRATE  WITH US SHOULD TO BRING EASTER  EGG AND AN EASTER
CAKE AND WILL WITH FATIQUE LOL.

giovedì 28 marzo 2013

Il giorno del 31.



Le primule, cicorie, piccole piante.
I campi. Seminare.
Perchè così, faremo.
Ti voglio bene, così.
Per amare così, per sempre.
Ti voglio amare dove tu fare.
Amore delle montagne.
I prati, i fiori, frutti, la verdura.
Il tempo fa. Come qualcuno.
Non fare. Sì. Fare aspettare tanto.
Così non ci sei più, prima.
Di più...Così bella. Come il sole e la luna.
Il mare, la campagna, le mosche, vermiciattoli.
E le api. Vespe, le talpe, la volpe e i ghiri. E le donnole.
La faina, il gufo, la civetta, la capra bela. Salamandre, lucertole.
Poi fanno. Amore, noi così. Perchè è bello.
Le farfalle, le rondini, passeri, uccelli. Così bello.
Dove vanno? Fioriscono. Così, di più, bello.


                                                                                                  Franco B.

foto: Opera in due colori





Valentina

lunedì 25 marzo 2013

2 poesie

Bella di giorno,
bella di notte.
E gli otèr dè?


Pasqua. Fatta di come.
Primavera. Così.
Perchè un po' caldo e freddo.
Così il clima, così come persone.
Non fa le stagioni, così.
Non farà il 2013, così.
Perchè Pasqua così com'è è pazza.
Come noi, tutti.
Il tempo va indietro, come noi.
                                                                                                                 Franco B.

3 poesie



La poesia a Franco
Il Franco è un uomo molto forte e muscoloso e ha delle mani molto grosse che sembrano dei badili. Mangia tanto e cerca sempre la sua amica Rambo che non la vede mai per mesi interi.

La poesia a Luca
Luca è un bell'uomo che ga bo tep e domani va in ferie a Parigi fino a Giovedì.

La poesia a Daniele
Il Daniele è un bel uomo molto vivace e romantico e contento e simpatico e affascinante e sincero e folle.


                                                                                                                             Giovanni R.

Cos'è la solidarietà?

Quando devi aiutare uno che è in difficoltà, ad esempio con la spesa. Diventare amico con gli altri, ad esempio attraversare la strada molto pericolosa per lui.
Federico
La solidarietà è quando noi ci rendiamo utili. Cioè aiutiamo gli altri nelle cose in cui serve aiuto.
Paolo
La solidarietà è aiutare le persone in difficoltà che non creino problemi alle persone che ami.
Silvano
La solidarietà è quando una persona si sente in difficoltà e noi per star bene possiamo aiutarla così attraverso il suo aiuto potremmo star bene anche noi e risolvere i nostri problemi.
Fernando
Se un uomo è triste cerco di farlo felice.
Simone



A cura del professor Giuseppe

SPETTACOLO TEATRALE

Venerdì sera noi abbiamo fatto uno spettacolo teatrale rappresentato dai ragazzi della Cooperativa Azzurra e c'era anche molta gente che ci applaudiva visto che siamo stati molto bravi si parlava di 2 colori: giallo e l'azzurro e tutti noi ci siamo messi le magliette prima gialla e poi azzurra i protagonisti erano gli Educatori del Cdd Aldo e Loretta gli attori Claude e Max è cominciato alle 20.30 ed è durato circa un' ora è finito intorno alle 21.30. Poi il tempo di cambiarci sono arrivate le 22 e dopo siamo andati tutti a casa.
Il tema dello spettacolo , il giallo parlava di contadini schiavi di sua maestà poi l'azzurro parlava sempre degli stessi contadini ma con voglia di libertà.
Paolo Rota
  

Lezioni di Giuseppe

Lunedì 25/3/2013, lezioni con il professore Giuseppe
Sono un' bel pò di Mercoledì che stiamo seguendo delle lezioni con il professore Giuseppe, siamo : Federico, Paolo, Fernando, Giovanni, Simone, Silvano.
Una volta ci ha spiegato cosa era la libertà, poi la matematica e ci ha spiegato come fare i conti con l'euro, poi la solidarietà.
Comunque ci spiega tante cose importanti, e sono anche molto interessanti come ci spiega, io ho capito molte cose.
Mi piace molto seguire le lezioni con lui, perchè è molto simpatico e vorrei che ci fosse per un' bel pò insieme a noi.
Federico

Una serata a Grevo

Venerdi è venuto a prendermi cristian poi abbiamo fatto la grigliata di spiedini ali strinu abbiamo guardato la tele poi siamo andati al bar e a fare la spesa poi siamo andati a dormire.
ROBERTA

LA FIERA DI MONTICHIARI

Sabato 23 marzo sono andato con la mia famiglia a vedere la fiera agricola di Montichiari.
Ad andare giù c'era anche mia sorella,il cognato,giulia di 5 anni e stefano di 2 anni,tutti ci eravamo trovati li.
La fiera di montichiari era grandissima ed a parcheggiare non era facile perchè di macchine era pieno.
Appena siamo arrivati siamo scesi e ci siamo diretti all'ingresso della fiera dove si dovevano fare i biglietti prima di entrare a fare il giro,dopo che ci ha dato i biglietti finalmente siamo entrati,la prima cosa che abbiamo fatto e che ci eravamo seduti al bar un'attimo prima di incominciare.
I miei genitori si sono comprati acune piantine da piantare nell'orto o nel prato,poi abbiamo visto gli animali:conigli,galline,capre,cincillà e cavie.
Il giro della fiera era molto lungo e c'era da camminare per vedere le cose belle che c'erano nelle bancarelle.
C'erano anche gli assaggi come:salame,formaggio ecc...
Verso mezzogiorno ci siamo recati al sel service al ristorante per mangiare perchè eravamo affamati dopo il giro,io mi sono mangiato la pasta,lo scorfano,verdure ecc..
Comunque la fiera è stata molto bella.
Fernando gaioni

SABATO E DOMENICA AVENTUROSA

IERI SONO ANDATO  SULLE AUTOSCONTRO E POI  HO LETTO NINA LA BAMBINA DELLA SESTA LUNA  FINO ALLE 6 ESATTE  POI HO GUARDATO  LEREDITA' E MANGIATO  UNA PIZZA  AI VUSTEL.  
SABATO HO GUARDATO  ITALIA GON TALENT   E   POI    IL   TELEGIORNALE  SU  RAI 2  E HO GIOCATO  AI  PIRATI  CON MATTEO  CON IL GIOCO   E C'ERA IL  TESORO  DA TROVARE  E BUTTARE GIU LA FORTEZZA ;  MI SONO DIVERTITO  TANTO  E ALLA FINE  SONO ANDATO  A DORMIRE .
CIAO DA 
SILVANO  SAVOLDELLI GIACOMO .

lunedì 18 marzo 2013

Al Mionetto

13/3/2013 Mionetto
Stamattina è arrivato il coordinatore Luca a prendermi, siamo partiti per andare a fare la pizza in pizzeria Mionetto.
Siamo arrivati alle ore 10, eravamo Federico e Fernando là c'era il pizzaiolo ad aspettarci per fare la 1 lezione.
Abbiamo messo via l'orologio, e tirate sù le maniche messo il grembiule e lavato le mani e dopo abbiamo iniziato a fare su la pasta.
Abbiamo messo giù l'acqua, e la farina e mescolato fino a che la pasta si distaccava dalla ciotola e dopo versato sul banco.
Intanto che riposava la nostra pasta, ci ha fatto vedere la macchina per fare la pasta e ci ha spiegato come fare lievito madre.
Dopo un po' abbiamo preso la paletta e messo nel forno le pizze, abbiamo anche provato con un'altra paletta a fare girare le pizze.
E dopo un po' abbiamo tolto dal forno le pizze, abbiamo appoggiato sul banco e ci ha spiegato come spostarle da una parte dll'altra e girarle.
Dopo verso le 12 abbiamo iniziato a mettere un po' in ordine le attrezzature, e messo al suo posto tutto quello usato.
Sono stato contento della lezione, perchè ho imparato le varie tecniche che si usa in una pizzeria ed anche impastare.
 Un po' alla volta diventerò bravo a fare le pizze, ma ci vuole molto pazienza a farle su alcune ci vuole una giornata.
Un ringraziamento al pizzaiolo che ci ha aiutato molto, e la pazienza che ha avuto con noi che facevamo pasticci per essere la prima volta.
Federico

AL MIONETTO

Mercoledì 13 marzo sono andato al mionetto a imparare a fare la pizza.
Insieme a me c'era Federico che era stato portato giù da Luca che poi è stato li con noi a guardarci.
Poi ci siamo presentati con il proprietario della pizzeria che ci ha fatto indossare il grembiule,il mio era quello rosso e quello di Federico verde.
Appena eravamo pronti ci siamo messi sul piano di lavoro e l'istruttore ci ha fatto fare la pizza con la pasta,gli ingredienti erano aqcua e farina come pova,io mischiavo e Federico mi aggiungeva la farina.
Dopo di chè abbiamo fatto una specie di palla che poi abbiamo diviso in piccole palline,però la pasta l'abbiamo fatta riposare per un pò.
Intanto che riposava ci siamo diretti verso la planetaria dove ci ha spiegato come si faceva quella vera e propria.
Dopo che siamo ritornati sul banco di lavoro le palle si erano riposate,a quel punto ne abbiamo presa una alla volta e le abbiamo schiacciate cioè appiattite.
Poi abbiamo anche provato le pale che erano abbastanza complicate da usare non semplice.
Comunque devo dire che è stato bello e spero di imparare bene.
Fernando Gaioni

giornata speciale

DOMENICA HO GUARDATO LE CASSETTE DI  REMI  E POI  HO LETTO  NINA LA BAMBINA DELLA SESTA LUNA  E POI  LA SERA  HO  MANGIATO LA PIADINA  E BEVUTO  LA COCACOLA  SENZA CAFEINA , HO  GUARDATO STRISCIA  LA NOTIZIA E DOPO  LE IENE SHOW.  SAPEVATE CHE SONO BRAVO A BASKET? SPERO DI SI  PERCHE' IL MIO FRATELLO MELLO A FATTO  IMPARARE  A GIOCARE IN DIFESA  IN ATTACCO  E ANCHE  A CALCIO . ORA VADO A DORMIRE. 
CIAO  DA  SILVANO SAVOLDELLI  GIACOMO

lunedì 11 marzo 2013

Scherzi della memoria




Ciao a tutti,
oggi casa mia è un porto di mare: parenti che vanno e vengono, chiacchiere in italiano e in dialetto e io, che volevo un po’ di pace per scrivere, sono venuta in biblioteca a Pisogne, dove c’è un bel servizio internet ed una bella tranquillità. Non che non mi faccia piacere stare con i miei numerosi parenti (anzi, sapete che li adoro!), ma avevo in sospeso un po’ di racconti da farvi…
Così mi sono messa a bordo della mia “Lamborghini gialla” e sono salita fino in biblioteca; sulla via io e Beatrice abbiamo incontrato Gigi, un amico di Pisogne, che abbiamo conosciuto da qualche mese. Ora siamo tutti e tre in biblioteca davanti al pc.

Uno dei racconti che volevo farvi riguarda un episodio un po’ imbarazzante, successo qualche settimana fa.
Stavo chiacchierando con Beatrice di animali e, ad un certo punto, lei mi ha chiesto: “come si chiamano i cani di tua cugina Graziella?”. Io, che vado a casa di Graziella tutte le settimane e che quindi conosco benissimo anche i suoi animali, credevo di poterle rispondere immediatamente. Infatti, con Luna, il più giovane dei due cani, non ho avuto la benché minima esitazione, ma quando è stato il momento di ricordare il nome del cane più anziano non c’è stato verso di farmelo venire in mente! Ero sconvolta, anche dopo ore non riuscivo a risalire al nome del cagnolino. Come era possibile? L’avevo accarezzato pochi giorni prima e lo vedevo ogni settimana!
Beatrice, per sdrammatizzare, mi ha detto: “Valentina, stai invecchiando anche tu!”. Io però non me ne capacitavo. Ma non è finita qui! Anche il nome del gatto di Graziella non mi veniva in mente!
Il pomeriggio, visto che proprio la mia memoria faceva acqua da tutte le parti, ho dovuto chiedere al mio papà i nomi dei due animali. Mi vergognavo, come era possibile un simile vuoto di memoria?
Anche il papà era incredulo: “Ma Vale? Si chiama Brill! E il gatto Clementina!”.
Brillll!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!
Certo, come ho potuto dimenticarmi il suo nome?

Non appena sono andata a far visita a Graziella le ho raccontato questo episodio e lei si è accertata (ironicamente) che non fossi malata, perché di solito su nomi e date ho una memoria di ferro!

Comunque da quel momento in poi non mi sono più scordata di Brill e Clementina!

E a voi non capitano mai vuoti di memoria???
Io, ad esempio, non ricordo mai cosa ho mangiato il giorno prima, anche se sono andata al ristorante, mentre mi ricordo perfettamente le date di compleanno non solo dei parenti, ma anche di amici e conoscenti!!!
Sono strana vero???? Del resto sono una Sbardolini!!!!

6 RUOTE DI SPERANZA

Sabato mattina alle 9.15 io , Madda , Augusta , Paolo Mariotti , Marco Quetti , Manuel e Alessio siamo partiti per andare a Castrezzato arrivati all' Autodromo sono salito sulla Ferrari e con Madda sull' Audi TT poi siammo andati a prendere da mangiare solo che non c'erano posti per sedersi allora abbiamo trovato posto sui tavoli del bar .
Dopo siamo andati a vedere le moto tutti insieme .
Nel pomeriggio sono riuscito a salire anche sulla Bmw e sulla Porsche poi ho lasciato spazio anche agli altri , io e Paolo Mariotti siamo quelli che siamo saliti di di più sulle auto mentre Marco Quetti la mattina non ha voluto salire ma nel pomeriggio e riuscito ad andare su 2 auto anche Madda e Augusta sono salite su altre auto .
Alle 15.50 siamo ritornati a casa arrivati alle 17.15 abbiamo accompagnato a casa Paolo Mariotti e la mamma di Marco Quetti è arrivata in Comunità a prenderlo poco dopo anche la sorella di Augusta .
Paolo Rota
 Click for large image

carol un papa rimasto uomo

ieri hanno fatto  vedere karol un papa rimasto uomo hanno fatto vedere tutto  anche  quando  gli anno  fatto  latentato ma non e' morto: anzi e' andato  a vedere il suo assassino e lo ha perdonato e poi hanno fatto vedere quando si e' inginocchiato sulla tomba e tanto altro ;poi sono anche aqndato di domenica  anche sulle autine con Tecla.  ciao da silvano savoldelli giacomo .

venerdì 8 marzo 2013

buona pasqua

si avvicina la S.Pasqua e noi bravi ragazzi del SET  abbiamo pensato di fare i migliori auguri di buona pasqua  chi vorrebbe festeggiare  con noi uova e colombe potrebbe  portare  e con noi con fatica riuscere  a  mangiare

giovedì 7 marzo 2013

FESTA DELLE DONNE

FESTA DELLE DONNE   ALLE  RAGAZZE  CARINE SI DONA LA MIMOSA LE RAGAZZE SONO SOCIEVOLI MI PIACCIANO MOLTO VORREI LA MOROSA UNA BELLA BIONDA GENTILE E TANTO ROMAMTICA VIENI CHE TI VOGLIO SPOSARE
SIMONE CAMOSSI

lunedì 4 marzo 2013

La canzone di Franco

Dove sei. La tua vita. Di cavolo.
Di mattina o il pomeriggio ore 14. Faremo tutto così.
Da oggi non è il giorno. Fare Cinzia quando c'è da fare.
Una cosa così, tutti scappano.
Stamattina mi sono sognato una cosa. Le ore 5. Mattina.
Io non faccio l'amore perchè c'è una cosa. Non va. Non vado via.
Perchè tutti fanno. Tutti. Politico può fare. Persone.
Noi fare cose. Mettere una cosa. Il lavoro.
Così come me il mio amore perduto per la strada. E lei fa così.
Perchè tu non fare tua canzone? Fatta di quella.
Così quella sera dove ci sei tu. Non ritornare così.
Quando scende la neve. Poca.
Così io non sono. Tu puoi fare la musica.
Fatta di una cosa sarai: prati. Sono bagnati. Son sì.
Può fare l'amore. Si bagna così la vita.
Così non sarà mai. Di più.
Così arriva. Bufera.
Così bello.
Perchè noi?
Sotto la pianta di cavolo. O a testa di cavolo. E fatto.
Di dove andremo via? Lontano.
Questo mondo dove va. Via lontano. Alla Cappella di Cerveno.
E' più bello.
Perchè così? Fa così. Su e giù de la Vallecamonica.
Quando tu, io, rose, i fiori e le viole.
Margherite.
                                                                                                  Franco B.

Lezioni d'arte

4/3/2013 Arte
Sono un' bel pò di mesi che il martedì si fà arte, con le persone che ci insegnano le tecniche e co spiegano come fare.
Siamo un' bel gruppo che siamo: Federico, Silvano, Fernando, Giovanni, Roberta, insieme alla nostra educatrice marzia.
Quelli che ci insegnano sono: Sogna, Nicola, Fiorenza e domani ci sara una di cognome Nodari sono in 4 per adesso.
Mi piace molto, perchè imparo varie tecniche delle pitture e anche come disegnare in vari modi che ci sono tanti.
Non vorrei mai che terminasse, perchè è troppo bello lavorare insieme ad un gruppo che si impegna molto per imparare.
Presto diventerò un artista, perchè stò imparando molto sull'arte magari un domani potrei diventarlo per davvero.
Federico
Ieri sono andato a Berzo Inferiore dove ho visto i banchetti e sono salito sulle autine. La sera prima sono andato a cena a mangiare la pizza e il gelato. La pizza l'ho mangiata ai Wustell e patatine e il gelato al cioccolato poi sono tornato a casa tardi alle ore 1,00. Ora vi saluto.
Ciao da Silvano Savoldelli Giacomo
gelato al cioccolato.jpg

venerdì 1 marzo 2013

ourself

Marco has got a belly and  a long nose
Simone is thin but he eats like a lion
Giovanni is very tall and thin
Silvano  is nice ,happy and he has glasses
Tommy is blond and  he is very nice
Roberta is 1,63 m tall and she is stubborn!
Federico talks a lot and   he is thin
Fernando is super tanned and maybe he is   Obama's cousin
Marzia has beautiful hair  and she is from Mars!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!1
Luca has doctor's glasses  but he is the boss
 Daniele is a handsome man with long and black hair
Cinzia is sociable and she  has long legs
Vi salutano i ragazzi del S. E. T.