lunedì 5 dicembre 2011

LEGGENDE E PROVERBI DI UNA VOLTA

Ci sono anche alcune leggende che ho sentito, mi sono state raccontate queste storie dalla mia pro zia di Schilpario. Quella di un sasso a forma di sedia, dicevano che era la sedia in cui era seduto il diavolo in persona. Oppure quello del buco che dicevano, quello era fatto per punire i minatori era il loro castigo per sempre. Ce n'è una anche su di Esine di leggenda, dicono che sul ponte del Grigna stava passando una processione con una candela accesa e gli hanno dato ad un'altra persona. Si era trasformato in un braccio, e il giorno dopo in questa persona. Incontra di nuovo la processione e gli restituisce il braccio che si trasformò in una candela di nuovo. Il proverbio che ho sentito, dagli altri non c'è 2 senza 3 oppure un'altra indovina  indovinello chi fà l'uovo nel cestello schita in bocca a chi indovina. A Capo di Lago si dice, che quando piove con il sole si stavano pettinando le streghe. Ho sentito dal mio papà ,che mi raccontava questa storia che quando andava all'asilo aveva visto un'ombra che gli sembrava il diavolo e che correra per le scale.
Federico

Nessun commento: