giovedì 11 luglio 2013

L'economia politica del consiglio

Burshng vieni da me. Dove vai tu?
Dove fioriscono piante selvatiche.
Le budella, formiche e i rospi e rane.
Ranocchi e viperini. E le talpe.
Grilli, martinelli vesponi.
La capra bela. E il gufo e la civetta.
Barbagianni, la gazza.
Arrivano, vengono.
Pomodori.
Lavori, attivi. Fare una cosa.
Ci sono gli orti da pulire,
ci sono gli orti l'erba cresce.Viene.
Le cose più belle non voglio. Nulla.
Come così fanno i fannulloni. Così.
Andare avanti non può, tornare indietro.
Sto. Aiutare voi.
Come la Cinzia e Marzia, Daniele, Luca.
Così bello.
Amare natura.
Come tante cose.
Il caldo, così bello.
Franco B.
Image and video hosting by TinyPic
(Il Burshng citato all'inizio della poesia è ovviamente il noto cantante Bruce Springsteen. L'autore lo cita non tanto per mettere in luce le sue ben note doti musicali, bensì vuole coglierne un aspetto molto più sottile. Lo usa infatto come esempio per mettere in contrasto il proprio stile di vita agreste e genuino a quello decisamente più metropolitano e contaminato del famoso Brushng che deve comunque fare i conti col peso del successo e tutte le nocività che ne derivano)

3 commenti:

maurizio.salvetti ha detto...

complimenti al poeta "Frank" e al commentatore (son sarei mai riuscito a risalire al vero significato di "Brushng" senza di lui... ora riesco ad apprezzare meglio il pensiero del poeta...)

Alessia ha detto...

Franco sei bravissimo, complimenti :)

SFA Cooperativa Azzurra ha detto...

Ah?Rispondiamo de che?Ah?Eh?Non lo so.Paese suo degli altri italiano giapones o ingles.
FRANCO